Eventi e Social Network. Gli opposti si attraggono?

Eventi e Social Network. Gli opposti si attraggono? Spesso mi viene chiesto se ancora conviene organizzare un evento nell’era di Facebook, Twitter e YouTube. La domanda classica è: “meglio organizzare eventi o fare campagne sui social network?“. Come al solito una risposta univoca non è possibile. Molto dipenderà dal brand da promuovere, dal messaggio da comunicare, dalle abitudini degli stakeholder e dai budget disponibili. Quello che sicuramente si può dire è che eventi e social network non sono strumenti antitetici, anzi…

Eventi e Social Network o Eventi vs Social Network?

eventi-e-social-networkIniziamo dalla fine. Organizzare eventi non esclude le campagne social network, allo stesso tempo l’utilizzo di Facebook, Twitter, Instagram e chi più ne ha più ne metta non esclude a priori la possibilità di organizzare eventi.
Ok, lo ammetto. Sono stato troppo semplicistico, non ho fatto alcun riferimento al budget. Infatti, è proprio qui che ci troviamo di fronte a riunioni fiume su dati statistici, costi, esposizioni, presenza di stakeholder ecc ecc. Sul budget, infatti, si consuma la battaglia eventi vs social network.
Appare chiaro quindi che eventi e social network, almeno in linea di principio, dovrebbero essere parte di ogni piano di comunicazione e di ogni strategia di marketing. Ognuno con il proprio scopo, ognuno con il proprio target, ognuno funzionale all’altro. Ma cosa fare quando il budget impone scelte difficili?

Eventi e Social Network sono uno lo strumento dell’altro

Eventi e social network devono assolutamente essere messi in relazione. Come dice Max Guadagnoli in questo articolo,

Gran parte delle emozioni viene trasmessa tramite i canali social, la comunicazione sociale e quella strettamente pubblicitaria/promozionale compie lo stesso tragitto ed entra nei nostri smartphone, nei tablet e nei PC ogni giorno, centinaia di volte al giorno. L’unico modo per non sottostare a questa condizione è essere off-line.

In pratica la vita digitale ha generato una realtà (virtuale) che si è affiancata alla realtà naturale.

Guadagnoli aggiunge:

essendo un evento, un momento di grande e mirata concentrazione d’interessati, può diventare occasione di contatto diretto con eventuali e potenziali clienti e un mezzo potentissimo di retargeting e remarketing, innescando un vero e sano circolo virtuoso tra azienda e clienti, può innescare un dialogo aperto e diretto costruttivo e in perpetua evoluzione.

Non c’è bisogno di aggiungere che attraverso un evento si possono fidelizzare i followers dei social network. Attraverso i social network posso creare uno storytelling di un evento o aumentarne la visibilità. Allo stesso tempo un evento può essere un valido strumento per pubblicizzare i propri profili social e indurre gli utenti all’azione. Ma è pur vero che i social network rappresentano un’ottima forma di pubblicità per un evento. Ho un po’ esagerato con gli esempi, ma sono davvero infinite le possibilità.

Eventi e Social Network. Come scegliere e quando scegliere se scegliere?

Abbiamo già avuto modo di intuire che un utilizzo efficiente ed efficace dei social network rappresenta un incredibile volano per aumentare la visibilità e i risultati di un evento. Allo stesso modo ogni evento rappresenta un valido strumento per accrescere il bacino d’utenza, i followers e le interazioni sui profili social. Di conseguenza ogni volta che il budget lo permetterà i due strumenti dovranno essere utilizzati in modo simbiotico.
La scelta migliore in caso di budget risicati, eventi pilota, test di commistione tra digitale e mondo reale è quello di spalmare le risorse tra i due strumenti. In generale si allocano maggiori risorse sulle strategie digitali nel caso in cui la profilazione dei social network può aiutarci ad individuare e “colpire” il nostro target. Al contrario, nel caso in cui si abbiano già relazioni con il target di riferimento (stakeholder o giornalisti) o la nostra campagna sia dedicata al grande pubblico gli eventi rappresenteranno la voce di costo maggiore del nostro budget.
Vuoi sapere come organizzo i miei eventi? Clicca qui!

Eventi e Social Network, un concetto da ripetere ancora una volta

Quando il target sarà il grande pubblico, una popolazione estremamente eterogenea, i grandi eventi continuano a regnare sovrani. Lo stesso può dirsi di target estremamente specifici come stakeholder o giornalisti con cui si intrattengono già fitte relazioni personali. Quando utilizzare i social network a dispetto degli eventi? In tutti i casi in cui la profilazione digitale può darci una mano, ad esempio i giovani di età compresa tra i 15 e i 20 anni, residenti nella città di Milano, studenti, appassionati di videogames. Inutile dire che in questo caso le strategie attuabili mediante Facebook, Twitter, YouTube e simili non hanno rivali al momento.

Eventi vs Social Network, una conclusione

Volendo concludere. Se sei giunto su questa pagina digitando “eventi vs social network” avrai compreso che  praticamente possibile redarre una piano di comunicazione che escluda uno o l’altro.
Ovviamente esistono delle eccezioni. Tra eventi e social network per promuovere un e-commerce nuovo di zecca si propenderà per il secondo strumenti. Al contrario per vendere spugnette in alluminio face-to-face si organizzerà un evento. Si tratta ovviamente di casi molto specifici.

Condividi con

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie necessari al proprio funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie disciplinato dalla Privacy & Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi